Passa ai contenuti principali

Coffe Book Tag

Chi l'avrebbe mai detto? Il mio pc mi ha detto addio. Dopo due anni di avventure assieme, ha deciso che non era più il caso di continuare le cose tra di noi. Mi ha detto arrivederci per il momento, che gli serve prendersi il suo tempo ed è partito per l'assistenza. Spero di rivederlo prima o poi. Nel frattempo, dopo aver fatto saltare una rubrica e un con un paio di recensioni in arretrato, faccio il prestigiatore: guardate tutti che bel tag, mentre non potete vedere i lavori in corso.

NERO
Nomina una serie difficile da iniziare, ma con fans sfegatate.
Il primo volume di questa serie risente pesantemente della sua origine online. Era infatti una storia pubblicata a puntate su una piattaforma e nel primo volume si sente. Mi aveva infastidito non poco, per questo motivo non ero sicura di poter dare altre chances al secondo. Volevo continuarla dopo il terzo volume, ma la piega che ha preso la storia e le fan matte mi hanno fatto cambiare idea.

MOCHA ALLA MENTA
Nomina un libro che diventa più popolare in inverno o duranti i periodi festivi dell'anno.
Il primo che mi viene in mente è Canto di Natale di Charles Dickens, che viene proposto da tutti per Natale. State sicuri che se in tv danno Una poltrona per 2, i lettori saranno immersi in questo libro.

CIOCCOLATA CALDA
Qual'è il tuo libro per bambini preferito?
L'incredibile storia di Lavinia (e più o meno tutti i libri di Bianca Pitzorno e Roberto Piumini). Ultimamente hanno deciso di ristampare un'edizione speciale e mi sono quasi messa a piangere in libreria quando l'ho trovata. 


DOPPIO ESPRESSO
Nomina un libro che ti ha tenuto incollato alla sedia dall'inizio alla fine.
L'ultima volta è successo con Una famiglia decaduta di Leskov. Lo stile è meraviglioso e delicato, così tanto da divorarlo nel giro di pochi giorni.

STARBUCKS
Nomina un libro che vedi ovunque.
Ultimamente ho visto spesso Nel profondo della foresta e An enchantment of ravens. Ironia della sorte, entrambi sono libri sulle fate e mi incanto a guardarli aspettando i saldi.

OOOPS! HO PER SBAGLIO PRESO UN DECAFFEINATO
Nomina un libro dal quale ti aspettavi di più.
Benedizione di Kent Haruf. Non prenderò mai più un libro che viene nominato ovunque, neanche se è per un club del libro.

QUELLA PERFETTA MISCELA
Nomina un libro o una serie che è stata sia amara che dolce ma, alla fine, soddisfacente.
Questa è una risposta difficile, molte volte mi deludono o mi appagano del tutto. Nomino Percy Jackson: nonostante il bellissimo finale, verso la fine è  maratona di lacrime in cui i personaggi vengono introdotti per fartici affezionare prima di...  ehm, ehm, si, dicevo, serie molto bella.



Commenti

  1. La serie della Maas mi spaventa moltissimo... Potenzialmente, so che potrebbe piacermi. Ma continuo a provare questa stranissima sensazione alla bocca dello stomaco, ogni volta che ne sbircio per sbaglio la copertina... che sia un premonizione?! :P
    Prima o poi, però, mi deciderò a concedergli un'occasione! ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sensazione alla bocca dello stomaco potrebbe essere un riflesso involontario, come il disgusto. La ristampa assomiglia troppo ad After con quei colori arcobaleno, se sei rimasta traumatizzata la prima volta, questa potrebbe essere la risposta.
      Quanto al libro in sé, è carino, ma credo si sia persa per strada, dal quarto volume sembra totalmente un'altra serie ecc. e il fandom è pieno di gente matta.

      Elimina
  2. Anche io sono rimasta delusa da Benedizione. Credo che non leggerò mai più niente di Haruf D:
    Throne of Glass è una serie di cui ho apprezzato i primi due volumi, ma non ho mai avuto voglia di leggere il terzo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino. D'ora in poi interpreterò la mancanza delle virgolette per i dialoghi come un segnale.
      Lo so e sono d'accordo con te. Presi il terzo volume una vita fa e più o meno c'entri con la rilettura. Però che palle.

      Elimina
  3. Ommioddio DEVO assolutamente fare questo tag! È fantastico. E concordo per Canto di Natale.
    Ciao, ti ricordi di me? Sono Prongs di Roba da Fangirl e sono finalmente tornata a riattivare il blog! Volevo solo dire ciao e avvisarti che se vuoi passare a trovarmi, adesso il blog ha cambiato nome in Paperskin Inkblood e mi trovi qui: paperskininkblood.blogspot.it
    A presto
    Prongs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di rivederti nella blogosfera, adoravo il tuo blog|

      Elimina

Posta un commento

Sono sempre contenta di vedere messaggi, mandami un gufo.

Post popolari in questo blog

RECENSIONE | L'amazzone di Alessandro Magno

Titolo:L'amazzone di Alessandro Magno

Autore:Bianca Pitzorno

Casa editrice: Arnoldo Mondadori

Anno di pubblicazione: 2004

Prezzo: 8 euro



Trama:
Mírtale è una bambina diversa dalle altre, una trovatella allevata per l'interessamento di Alessandro Magno, il capo supremo della spedizione che marcia alla conquista dell'Asia. C'è un mistero nel suo passato, che solo il re e i suoi amici più stretti conoscono. E l'educazione che le viene impartita, con grande scandalo del filosofo Callístene e di tutte le persone sensate, è identica a quella dei ragazzi-maschi di nobile famiglia. Poi c'è il fatto davvero straordinario che Bucèfalo, che non si lascia toccare da nessuno se non da Alessandro, non solo accetta le carezze di Mírtale, ma persino che la bambina gli monti in groppa. Età di lettura: da 11 anni.

Recensione:
Devo premettere che sono una Fan di Bianca Pitzorno, sono completamente di parte! Ho cominciato a leggere con i suoi romanzi per bambini e mi sono sempre…

BOOKS PUT ME IN A GOOD MOOD | Partenza!

Salve, se state leggendo questo post vuol dire che ci siete, che mi avete seguito fino a questomomento e vi ringrazio. Nonostante tutti i problemi incontrati e i vari partecipanti che si sono ritirati, non fa niente, il progetto è partito. In settimana è arrivato il paco con il libro da spedire e ieri (o era avant'ieri?) l'ho spedito tramite posta raccomandata alla prima partecipante che potrà leggere, appuntare e disegnare sulle pagine qualsiasi cosa le venga in mente al momento.
Finalmente.  *Enorme sospiro di sollievo*

La mia sparizione è dovuta principalmente allo studio e all'esplosione del wi fi. Si, mi è esploso il wi fi. In realtà è andato in cortocircuito durante un temporale, ma dal lampo di luce proveniente dall'apparecchio e dalla successiva morte... riesco  a definire tutto ciò con "esplosione".
L'unico ad essermi rimasto fedele è il mio smartphone, ma internet è lento sul cellulare e non mi piace come vengono editati i post, tutto il materia…

RECENSIONE | L'ultima notte al mondo

Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?

Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…
E non finisce qui: tra le pagine del prequel, Ed ero content…