Passa ai contenuti principali

RANDOM | Non tutti i Wattpad vengono per nuocere

Salve Viandanti, scrivo questo post soprattutto dopo aver letto questo in merito alle tante storie che hanno visto la luce su Wattpad e che hanno finito per essere dei casi editoriali. Parlo di After, My dilemma is you, 50 sfumature e non ultimo Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto.



Ciò che è stato già letto nel post che vi ho linkato è universale: le case editrici cercano ciò che porta soldi e niente fa soldi a palate come il trash, è inutile girarci sopra.


Sono d'accordo con tutto ciò che ha detto la ragazza nel post e non voglio nemmeno sorvolare sul fatto che per dargli un qualche spessore culturale queste cose siano farcite di citazioni dai grandi classici, ma lo faccio lo stesso perché ho trovato questa gif troppo bella che esprime appieno le mie emozioni:


Darcy deve aver visto la cover con gli arcobaleni

Quello che più mi sta a cuore è che Wattpad non è l'anticristo della lettura e sto per darvene la prova.
Si, ci sono degli autori di 12 anni che scrivono fanfiction per ragazzine ormonate  e poi ci sono quei geni che da quella che doveva essere la parodia di Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto hanno tirato fuori un capolavoro.
FERMI, NON CHIUDETE LA PAGINA, NON MI SONO FUMATA IL CERVELLO, LO GIURO.

Qualche tempo fa mi imbattei in "The quirk tale of April Hale", una storia davvero singolare. Se fosse stata una giornata no, avrei chiuso la storia dopo il primo capitolo e distrutto l'app, ma dato che ero giovane e innocente e non sapevo dell'esistenza di pataccate rare (cit Serena) come After e le fanfiction in generale su gli One Direction, continuai la lettura ignara. La scrittura e lo stile erano particolari, piuttosto semplici e
alla portata di chiunque  già da subito avvertii una sorta di campanello d'allarme che mi diceva che qualcosa non tornava. Alcune situazioni erano troppo strane e troppo ben scritte per essere semplicemente una storia scritta male, così continuai a leggere e a farmi domande fino ad arrivare ad un punto di svolta.
Se siete capitati qui per la prima volta, sappiate che io odio i Romance e tutto ciò che promette cuoricini, non mi piacciono le situazioni irreali e false che descrivono, per questo non ne leggo e se lo faccio è solo perché ho deciso di sottolinearne tutti gli aspetti negativi (o perché ho deciso di farmi male).
Per fortuna quel giorno ho proseguito con la lettura, altrimenti non avrei mai scoperto questa storia: questo libro è stata una delle cose migliori che mi siano mai capitate tra le mani. Ti fai delle domande intelligenti durante la lettura, niente è campato in aria, la scrittrice era aperta ad ogni discussione, tranne quella con gli haters.
Questo è il link per Amazon, andate e compratelo, voi che leggete in inglese (non è un caso editoriale, ma dovrebbe esserlo, vergogna lettori di After, vergogna su di voi, vergogna sulla vostra mucca!), perché ne vale la pena. Vale tutti i nove euro e le spese di spedizione aggiunte.

Poi, giusto perché questa non è l'unica storia degna di menzione in cui mi sono imbattuta, vi presento A city in the air, uno steampunk per ragazzi e uno dei pochi casi in cui copertina figa=storia entusiasmante. 
Lo stile è molto più complicato rispetto a The Quirky Tale, ma è allo stesso tempo scorrevole, grazie a questo la lettura procede senza problemi e vi immergerete nelle avventure di Harlow e degli altri protagonisti così intensamente da non poterne fare a meno. 
Se state storcendo il naso sappiate che quando l'ho letto ho pianto per l'emozione, non solo per lo stile dell'autrice, ma per l'assenza di triangolo amoroso, per l'assenza di colpo di fulmine, per l'esistenza di relazioni tra i vari personaggi, sono credibili e seguono uno sviluppo. Se non dovrebbe essere pubblicato per questo allora prevedo un futuro buio per la letteratura. Certo, ci sono alcune pecche, ad esempio alcuni personaggi ad un certo punto scompaiono, ma ti viene data una spiegazione di ciò. *Incrocia le dita e spera nella pubblicazione*

L'idea che il prossimo Victor Hugo o la prossima Jane Austen siano degli sconosciuti su Wattpad è carina e da l'idea del sogno americano: tutti ce la possono fare, basta impegnarsi ed avere quel pizzico di fortuna, ma credo che la festa sia stata rovinata dal trash con milioni di visualizzazioni.

Wattpad non è l'anticristo della letteratura, ma chi lucra sul trash facendolo passare per oro colato meriterebbe una folla di fangirl arrabbiate alle calcagna.

Siamo tutti liberissimi di leggere quel che ci pare e piace, anche il trash, a patto di sapere cosa stiamo leggendo.

Commenti

  1. Mi sono ri-iscritta a Wattpad la settimana scorsa per la terza volta (e non sto scherzando). Io scrivo, scrivo tanto e moltissimi racconti.. ho frequentato EFP per diverso tempo e sinceramente lo credevo un Paradiso. Poi, bom, basta. E alla ricerca di un altro spazio di confronto creativo ho ripensato a Wattpad.. sono contenta di sapere che ci sono chicche che la gente legge e consiglia: mi fa sperare che le mie storie che (spero) sono ben scritte possano essere notate in mezzo alla robaccia... grazie per l'infusione di speranza! :D

    RispondiElimina
  2. Mi segno subito i titoli che hai segnalato! :)
    E rilancio con un altro! :P L'anno scorso grazie a Netgalley ho letto un fantasy che mi è piaciuto davvero moltissimo (gli ho dato il massimo dei voti, mi ha appassionato davvero tantissimo! *_*) ed è un libro che, prima di essere trovato e pubblicato, era stato postato su wattpad: Paldain di Sally Slater :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo segno, spero di riuscire a prenderlo prima o poi.

      Elimina
  3. Se avessi il tempo anche per Wattpad leggerei A city in the Air volentieri.Ora però mi sorge un dubbio. Stiamo parlando di casi editoriali che però erano stati scritti in inglese e non italiano, no? Che tu sappia in Italia è mai successa una cosa del genere? Perché altrimenti c'è qualche speranza per me XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi nello specifico sono in inglese, ma alcune case editrici italiane hanno seguito l'esempio delle loro colleghe oltreoceano. Incrocia le dita, se mai dovessi scrivere ad una casa editrice, ricordati di segnalare il numero di visualizzazioni. Tentar non nuoce.

      Elimina
  4. Da lettrice di fanfiction (perchè nonostante le Pataccate Rare™ si trovano anche cose di indubbia qualità, inclusa una sugli Avengers scritta nello stile di Pratchett che più di una persona pensava fosse sua davvero) i miei dubbi su Wattpad non hanno mai riguardato la possibilità di trovarci buoni scritti che meriterebbero la pubblicazione.
    È il tempo di mettermi a cercarli, che mi frega D:
    Quindi grazie per il link a A city in the air ◠‿◠

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla ^-^
      Posso sapere come si chiama la fanfiction sugli Avengers? *-*

      Elimina
    2. È questa qui http://archiveofourown.org/works/269840/chapters/425428 ^_^

      Elimina
  5. interessante questo post.. mi ha spiegato diverse cose che non quagliavano ò.ò con che nome ti trovo su wattpad?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scrivo su Wattpad, leggo soltanto

      Elimina
  6. si certo ma per leggere ti devi loggare sul sito. quindi hai un profilo. per cui volevo cercarti per avere suggerimenti di letture visto che non conosco bene la piattaforma. grazie comunque.

    RispondiElimina

Posta un commento

Sono sempre contenta di vedere messaggi, mandami un gufo.

Post popolari in questo blog

RECENSIONE | L'amazzone di Alessandro Magno

Titolo:L'amazzone di Alessandro Magno

Autore:Bianca Pitzorno

Casa editrice: Arnoldo Mondadori

Anno di pubblicazione: 2004

Prezzo: 8 euro



Trama:
Mírtale è una bambina diversa dalle altre, una trovatella allevata per l'interessamento di Alessandro Magno, il capo supremo della spedizione che marcia alla conquista dell'Asia. C'è un mistero nel suo passato, che solo il re e i suoi amici più stretti conoscono. E l'educazione che le viene impartita, con grande scandalo del filosofo Callístene e di tutte le persone sensate, è identica a quella dei ragazzi-maschi di nobile famiglia. Poi c'è il fatto davvero straordinario che Bucèfalo, che non si lascia toccare da nessuno se non da Alessandro, non solo accetta le carezze di Mírtale, ma persino che la bambina gli monti in groppa. Età di lettura: da 11 anni.

Recensione:
Devo premettere che sono una Fan di Bianca Pitzorno, sono completamente di parte! Ho cominciato a leggere con i suoi romanzi per bambini e mi sono sempre…

BOOKS PUT ME IN A GOOD MOOD | Partenza!

Salve, se state leggendo questo post vuol dire che ci siete, che mi avete seguito fino a questomomento e vi ringrazio. Nonostante tutti i problemi incontrati e i vari partecipanti che si sono ritirati, non fa niente, il progetto è partito. In settimana è arrivato il paco con il libro da spedire e ieri (o era avant'ieri?) l'ho spedito tramite posta raccomandata alla prima partecipante che potrà leggere, appuntare e disegnare sulle pagine qualsiasi cosa le venga in mente al momento.
Finalmente.  *Enorme sospiro di sollievo*

La mia sparizione è dovuta principalmente allo studio e all'esplosione del wi fi. Si, mi è esploso il wi fi. In realtà è andato in cortocircuito durante un temporale, ma dal lampo di luce proveniente dall'apparecchio e dalla successiva morte... riesco  a definire tutto ciò con "esplosione".
L'unico ad essermi rimasto fedele è il mio smartphone, ma internet è lento sul cellulare e non mi piace come vengono editati i post, tutto il materia…

RUBRICA | I'm a book, pick me!

I'm a book, pick me Speciale Halloween

Interrompo ancora una volta lo Hiatus per  postare uno dei post che avevo ideato prima della pausa del blog. Come idea mi piaceva davvero e non volevo aspettare l'anno prossimo per postarlo, molto probabilmente perché potrei non farlo affatto o prendere parte alla skeleton war.



Stephen King - Per quel brivido d'autore
Ammetto di non aver mai letto Stephen King (non linciatemi), ma si tratta di una questione prettamente pratica: il 75% dei libri letti all'anno sono stati letti la notte. Questo vuol dire che se mi dimentico che ci sono gli elettrodomestici accesi mi viene un infarto, figuriamoci se succede mentre leggo King. Oltre che non saprei da dove cominciare.
A parte questo, chiedete ad un amante di Sephen King: sarebbe un'ottima lettura in tema Halloween.

L'amico immaginario - Perché i mostri alle volte sono veri
Nelle note l'autore ammette che si è ispirato a Stephen King. Lol.

L'albero di Halloween - Qualcosa di div…